Diego Minoia - Diego Minoia - musicista e scrittore

Vai ai contenuti

24 Hour Party People - film su Tony Wilson e la Factory Records

Diego Minoia - musicista e scrittore
Pubblicato da in Film musica pop, rock, jazz · 16 Maggio 2011



Dopo il precedente post, relativo al film Control, centrato su Ian Curtis dei Joy Division, eccone un altro su un film che racconta, con un approccio totalmente diverso, il mondo musicale di Manchester tra gli anni '70 e gli anni '90 del secolo scorso.
Il film di cui sto parlando è 24 Hour Party People, uscito nel 2002 per la regia di Michael Winterbottom e presentato in concorso al Festival di Cannes dello stesso anno.
Il narratore e protagonista del film è Tony Wilson (interpretato dall'attore Steve Coogan), disincantato inviato di una piccola televisione di Manchester che fondò la Factory Records e "scoprì" alcuni dei gruppi musicali legati alla nascita ed allo sviluppo del movimento che prenderà il nome di Punk: i Joy Division (poi denominatisi New Order, dopo la morte di Ian Curtis),A Certain Ratio, Happy Mondays ecc.



Dico subito che il film è veramente diverso dai soliti bio-pic musicali.
Alterna momenti di cinema-verità con altri totalmente inventati, sequenze tratte da spezzoni di concerti d'epoca con altre visionarie ed oniriche, momenti filosofeggianti ad altri semplicemente divertenti.
L'ambiente di quegli anni, a Manchester soprattutto ma non diversamente da ciò che succedeva nel resto del mondo per quanto riguarda la musica giovane, viene descritto senza ambizioni didascaliche nè tantomeno moralistiche.
La droga, il sesso libero ma anche i sentimenti, la pazzia di alcuni personaggi, l'allegria e la spensieratezza di giovani che raggiunsero il successo quasi senza accorgersene, la loro totale sprovvedutezza per quanto riguarda la gestione economica della casa discografica ma anche la loro capacità di gettarsi con entusiasmo in avventure apparentemente irrealistiche.
Tutto nasce da un passaggio dei Sex Pistols in concerto a Manchester: 43 spettatori in totale.



Tra questi Tony Wilson, che rimarrà talmente impressionato dal modo espressivo nuovo e dissacrante del gruppo punk da spingerlo a inventarsi discografico mettendo sotto contratto alcuni gruppi cittadini che, in alcuni casi, riuscirono ad affermarsi nel mercato discografico.
La Factory Records nasce con un contratto firmato con il sangue da Tony Wilson che promette di dividere i profitti al 50% con i musicisti e consente loro di abbandonare l'etichetta senza alcun obbligo di esclusiva.
E' solo una delle "lucide follie" dei protagonisti di questo film, che ne racconta diverse altre: l'avvelenamento di massa a danno dei piccioni da parte dei membri della band Happy Mondays, l'acquisto di un tavolo per la sala riunioni dell'etichetta discografica per la cifra esagerata di 30000 sterline, l'apertura del locale Hacienda, luogo di feste rave tra musica e sostanze allucinogene di ogni genere, il patto con gli spacciatori assunti come "servizio d'ordine"...
24 Hour Party People non piacerà probabilmente a coloro che cercano descrizioni agiografiche dei loro musicisti preferiti ma consente di capire "dal di dentro" un mondo che ha rappresentato una svolta epocale per la musica rock.

2011 Copyright Diego Minoia



Visita il mio Online Store !!

Spartiti di musiche da studio e da concerto, per varie formazioni strumentali
Audio files MP3 High Quality di musiche di vari generi
http://www.diegominoia.it/presentazione-4.html




Torna ai contenuti