Diego Minoia - Diego Minoia - musicista e scrittore

Vai ai contenuti

Esecuzione e improvvisazione: Motterle e Intra in concerto a Iseo

Diego Minoia - musicista e scrittore
Pubblicato da in Concerti / Eventi / Dischi /Varie · 4 Giugno 2011



Questa è la cronaca di una serata originale e non facilmente rintracciabile nel pur vasto panorama dei concerti offerti in Italia.
La data: 28 maggio 2011
Il luogo: Iseo, Sagrato della pieve di S. Andrea
I protagonisti: Massimiliano Motterle ed Enrico Intra
L'occasione: anteprima di presentazione di Iseo jazz e del festival di musica classica
Il programma:alternanza di composizioni di musica "colta" (Motterle) e improvvisazioni da esse stimolate (Intra)
Presentatore/commentatore: Maurizio Franco, direttore artistico di Iseo jazz


Massimiliano Motterle

Tanto per cominciare il luogo, con la mole della pieve romanica che incombe su un cielo generosamente terso e di un blu elettrico cangiante, è di quelli che creano un'atmosfera.
Il pubblico è misto,pur con prevalenza di persone di una certa età (i giovani li vedo dopo il concerto nei locali sul lungolago, tra cocktails consumati in piedi e musica assai poco creativa).


Iseo - Pieve di S.Andrea

Dico subito che il concerto è stato gradevolissimo e interessante: la possibilità di assistere ad ottime esecuzioni di musica colta e jazz in dialogo tra loro è rara e la qualità degli interpreti si è mostrata all'altezza della sfida.
La parte di proposta classica ha presentato infatti otto composizioni poco note di autori appartenenti a culture e stili musicali diversi, con una netta preferenza (3 brani su otto) per creazioni dedicate alla sola mano sinistra.
Intra si è relazionato con le proposte classiche di volta in volta concentrandosi su alcuni aspetti tecnici, espressivi, armonici, emotivi estrapolati dalle stesse.


Enrico Intra

Per il pubblico è stata un'ottima occasione di ascoltare buona musica.
Per me, oltre al piacere dell'ascolto, è stata un'ulteriore possibilità di riflettere sulle caratteristiche che uniscono e contemporaneamente differenziano le due attività al centro della serata: la composizione e l'improvvisazione.

L'improvvisazione è, l'ho già ribadito in miei scritti precedenti, una composizione istantanea e, come tale, pur dovendo rispettare tutte le condizioni relative alla composizione, deve fare i conti con la necessità di pensare velocemente e di realizzare le idee nello stesso momento.
Le composizioni sono invece frutto di pazienza, tempo, attenzione, controlli, correzioni, limature, ripensamenti ... e solo alla fine vengono proposte al pubblico.
E' evidente, date queste premesse, che il compito di Intra non fosse per niente facile!
Competere con otto diversi cervelli, ognuno dotato di caratteristiche espressive e tecniche differenziate, era certamente impresa non da poco.
Enrico Intra si è ben destreggiato, facendo il possibile per diversificare i suoi approcci e, in alcuni momenti, creando situazioni veramente interessanti ed emotivamente intense.
Ma il punto, ovviamente, non era la "competizione" tra composizione e improvvisazione, quanto il dialogo tra tanti pensieri fissati sulla carta (composti) e altrettanti pensieri lanciati nell'aria (improvvisati).
Chi ha ascoltato con attenzione e partecipazione certamente ha potuto ricevere stimoli intellettuali ed emotivi da entrambe le tipologie di onde sonore.
Un applauso quindi agli organizzatori nella speranza che continuino a proporre iniziative coraggiose e divergenti come questa.

Copyright 2011 Diego Minoia



Visita il mio Online Store !!

Spartiti di musiche da studio e da concerto, per varie formazioni strumentali
Audio files MP3 High Quality di musiche di vari generi
http://www.diegominoia.it/presentazione-4.html




Torna ai contenuti