Citazione - Diego Minoia - musicista e scrittore

Vai ai contenuti

Menu principale:

Citazione

Info e Contatti > Dicono di me

MARINO JOSE' MALAGNINO/ DAVIDE RICCIO
Musica Umana
(Nuova Musica Rurale) 2008
concrete music
di Antonio Ciarletta

Marino Josè Malagnino/Davide Riccio - "Musica Umana"

Scrive Davide Riccio, citando Diego Minoia: " …c'era una volta la musica umana, cioè prodotta con la vibrazione delle corde vocali presenti nel nostro corpo e con il battito di mani e piedi…" "…nascerà in seguito la musica strumentale fino all'elettrificarsi e diventare elettronica.
Di musica strumentale ne abbiamo avuta a sazietà in ogni forma e ridondanza, sicché nulla sembra più stupirci".
Come dargli torto, soprattutto guardando agli ultimi dieci anni, in cui la pervasività dei nuovi media e la conseguente velocità di diffusione - nonché l'estrema facilità di reperimento - dei dischi, sta favorendo la rapida  metabilizzazione (e consunzione) delle forme musicali.
In questo senso "Musica Umana" segue alla lettere la missione di Nuova Musica Rurale, che è quella di creare suoni con oggetti d'uso quotidiano, e di rendere evidente lo scarto con le produzioni "plasticose" diffuse dalle radio commerciali  (e non solo).
E cosa c'è di più quotidiano della voce umana? Così, con tanto di dedica a Pierre Schaeffer, "Qui Intorno" è un campionario di voci, rutti, amplessi, risate etc, resi con una certa coerenza sequenziale e ritmica. Insomma, un po' come Mark E. Smith che cantilena i risultati delle partite di calcio alla Bbc. Uno spettacolo insolito, in entrambi i casi.
Il pezzo di Davide Riccio, "Fantastic Voyage (Viaggio Allucinante)" suggerisce ovviamente di viaggi interstellari. Le informazioni sul cd-r non sono chiarissime, ma mi pare si parli di stetoscopio, field recording, effetto doppler, e di "parte per cuore di feto in traccia".
Ora, non ho chiesto all'interessato, ma il dubbio che i suoni provengano da qualche sommovimento intracorporale è più che legittimo.
Comunque sia, il pezzo è una creatura in continua mutazione e sfrutta al meglio tutte le possibilità della concrete music e dell'elettronica. Si passa quindi dal rumorismo più crudo, all'ambient, a qualcosa di simile alle sinewave senza soluzione di continuità. Non male.


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu